Home
Chiesa di Cristo Gesù a Pomezia
testimoniamo Cristo crocifisso e risorto

home | chi siamo | benvenuti | riflessioni | studi biblici | domande e risposte | contattaci |

cerca nel sito


Accuse

Domanda:

pensate che la chiesa dica sempre la verità, o spesso è fatta di tradizioni. cosa rappresenta portare in giro delle statue mentre ognuno fa i suoi comodi. come giustificare dei preti che molestano bambini senza aver rispetto del giuramento fatto a Dio. Rompete tutte le tradizioni e ricomponete la vera chiesa, quella voluta da Gesù ed edificata da San Pietro. Che dire poi del bacia mano del papa, o del suo ipotetico potere di fare santi gli uomini che a parere suo lo sono, per non parlare dello scempio che è stato fatto su padre Pio sapendo che questo non rispecchiava la sua volontà. Ci sono tante cose da rivedere sulla chiesa e anzicchè mettere in dubbio la parola di Chuk e Nora sarebbe meglio lavorare sui veri problemi della chiesa


Risposta:

Nel ringraziarLa delle Sue varie domande, Le diamo qualche risposta sintetica. 1. Purtroppo dobbiamo pensare che spesso la chiesa (cattolica) preferisca seguire le proprie tradizioni umane invece di dire la verità che è in Gesù. 2. La venerazione delle statue sacre è trattata nella Bibbia come una forma di idolatria, e come tale va evitata. 3. Se i preti si sposassero, forse ci sarebbe meno fornicazione in mezzo a loro. 4. Concordiamo con Lei nel rigettare le tradizioni umane per tornare all'insegnamento genuno di Cristo presentato nel Nuovo Testamento. La chiesa è voluta da Gesù ed egli stesso (non Pietro) ne è l'edificatore (Matteo 16,16-18). 5. Sulle aberrazioni riguardanti "padre Pio" abbiamo pubblicato un saggio che è a disposizione di chi lo richiede. 6. La parola di Chuck e Nora è parola umana. Noi preferiamo seguire la Parola di Cristo come è presentata nel testo biblico letto senza sdolcinature né sentimentalismi e anche senza costosi filtri televisivi.


www.chiesadicristopomezia.it non avalla siti esterni
Copyright 2006 - Software realizzato da Giorgio Valenti (Roma)